fbpx

Meta verified: arriva la spunta blu a pagamento su Facebook e Instagram!

Meta Verified
E’ tempo di crisi nel mondo dei Social Network! Dopo Twitter anche Meta, l’azienda proprietaria di Facebook e Instagram, si ritrova ad affrontare un ingente tracollo di mercato. Nel corso del 2022 infatti, l’azienda di Mark Zuckerberg ha perso ben 800 miliardi di dollari, anche a causa del flop registrato dal lancio del Metaverso, l’ambizioso progetto di realtà virtuale dell’azienda blu.
Zuckerberg ha così deciso di introdurre Meta Verified, un servizio ad abbonamento mensile per la convalida degli account verificati. Con questi ha deciso di offrire una serie di features e incentivi, per mitigare il malumore per la nuova “tassa social” per Vip e Creators.
Scopriamo in cosa consiste Meta Verified, quali servizi offre, a che prezzo e cosa cambia per gli account già verificati.

Meta Verified: cos’è e come ottenerlo

Meta Verified
Meta Verified – evoluti.net
La funzione Meta Verified offre ai creatori di contenuti (siano essi vip, attori, creators digitali e tanto altro) l’opportunità di verificare la propria identità attraverso una serie di procedure di verifica che includono la verifica dell’identità, dell’indirizzo e delle informazioni fiscali. Sarà necessario allegare una propria foto, che verrà confrontata con la foto di profilo presente sull’account. Una volta verificati, i creatori di contenuti avranno accesso a una serie di funzionalità premium. Fra queste la possibilità di inserire link nelle loro storie su Instagram o di monetizzare i loro contenuti su Facebook.
La funzione Meta Verified sarà facilmente individuabile nelle impostazioni di Facebook e Instagram, all’interno del centro di gestione account. Da lì andranno inseriti i dati di pagamento e confermato il proprio identificativo mediante la semplice procedura guidata. Bisogna essere in possesso di un documento d’identità e avere almeno 18 anni per accedere al processo di verifica. Al termine del processo, comparirà il badge blu di verifica sull’account.

I servizi di meta verified: perchè pagare la spunta blu?

Meta Verified

Zuckerberg ha voluto rassicurare l’utenza che l’arrivo della verifica a pagamento non sarà una tassa immotivata. Meta ha comunicato che saranno introdotti una serie di servizi e features per migliorare la visibilità e la sicurezza degli account e facilitare le procedure di assistenza. Vediamole insieme:
  • Un badge verificato, che andrà a confermare all’utenza e alla tua community che il tuo account è stato verificato con documento ufficiale, rafforzandone così l’autenticità.
  • Maggior protezione dagli account fake: gli account verificati riceveranno un miglior livello di controllo e protezione da possibili fake e account cloni, che usano la celebrità di alcuni account per truffe e illeciti.
  • Supporto diretto e costante: il proprietario di un account verificato potrà fare affidamento sull’assistenza di Meta da parte di una persona reale che si occuperà di eventuali problemi dell’account.
  • Migliora visibilità e diffusione: gli account verificati potranno usufruire di una maggiore visibilità dei loro contenuti nelle funzioni di ricerca e fra i post e le foto consigliati.
  • Features esclusive: Con un profilo verificato si avrà accesso a tutta una serie di esclusivi stickers per le stories di Instagram e Facebook, oltre a 100 stelle al mese su facebook per mostrare supporto agliu altri creators.

Quanto costa Meta Verified?

instagram

Attivare la sottoscrizione alla funzione Verified di Meta costa 11,99$ al mese per la versione web (soltanto su Facebook) e 14,99$ al mese per l’attivazione sulla versione app (iOS e Android).
Attualmente il servizio è disponibile soltanto in Australia e Nuova Zelanda. Meta sta infatti procedendo cautamente, testando questa versione in un singolo mercato per valutare bene le reazioni dell’utenza. Nonostante i malumori, sembra che la verifica dell’account stia avendo esiti mediamente positivi. E’ notizia degli ultimi giorni che Meta sta pensando di espandere a breve la funzione anche in sei ulteriori paesi, compresi alcuni paesi Europei. Arriverà a breve anche in Italia?
Nonostante nel nostro paese non sia ancora disponibile, è possibile iscriversi alla lista di attesa sul sito di Meta, per essere avvisati all’arrivo della funzione.

Cosa cambia per gli account già verificati?

facebook

Oltre all’introduzione del pagamento, molti utenti già in possesso della “spunta blu” temevano di dover ripetere la procedura di verifica. Ciò anche in considerazione del nuovo requisito richiesto: la conferma tramite documento d’identità. Finora il verified per gli account social di Facebook e Instagram veniva concesso in base alla popolarità dell’account e in seguito a verifica interna del profilo. Per gli account già verificati la spunta blu rimane e l’unica novità sarà il pagamento mensile. Per tutti i nuovi creators che vorranno aprire un account verificato, sarà invece necessaria la verifica dell’identità.

Come ha reagito l’utenza?

Meta Verified

Nonostante la notizia del pagamento non sia ovviamente stata accolta con gioia, sembra che molti creators in Australia e Nuova Zelanda abbiano apprezzato la verifica mediante l’identità. In particolare, quelli che avevano dovuto confrontarsi con account fake, cloni e simili. D’altro canto molti utenti lamentano la disparità di trattamento: chi potrà permettersi di pagare verrà considerato dalla piattaforma (e quindi dall’utenza) molto più affidabile. Chi invece non ha la disponibilità, dovrà scontrarsi con la possibile diffidenza degli utenti.
Lo stesso fenomeno si era riscontrato con l’introduzione della spunta blu su Twitter in seguito all’acquisizione da parte di Elon Musk. L’eccentrico CEO ha infatti apportato una lunga serie di cambiamenti a suon di tweet, tra cui anche l’introduzione di un abbonamento per il possesso della spunta blu di verifica. Non più quindi una verifica concessa dall’azienda in seguito a controllo interno, ma ottenuta su pagamento con la conferma dell’identità. Anche in quel caso la novità aveva fatto molto rumore, ma col tempo la notizia si era sgonfiata facilmente.

Quale futuro per i Social Network?

Social network

La crisi delle aziende digital e in particolare dei Social Network è tuttora in corso, e anche i colossi del settore, per sopravvivere, sembra stiano andando verso un modello “Freemium” di servizio, così come visto con alcune piattaforme di streaming (Netflix e non solo): un servizio gratuito (o a prezzo contenuto) per una versione base e contenente pubblicità, e un servizio Premium e a pagamento per una versione Pro, con modalità aggiuntive.
Sarà questo il nuovo volto delle principali piattaforme di Social Network? O non sopravvivranno alla crisi del settore e verranno scalzate da nuovi social come BeReal, una rivisitazione di Instagram e Tiktok in salsa più “sincera” e immediata, o Artifact, un nuovo aggregatore di news basato su un’intelligenza artificiale, che sogna di rimpiazzare Facebook?
E’ presto per dirlo, ma nel frattempo sembra che continueremo a utilizzare Facebook e Instagram ancora per un po’. Per questo motivo i Creators in possesso o in attesa di ottenere la spunta blu, si preparino a pagare l’abbonamento per la verifica dell’account!

gli ultimi articoli

categorie

seguici sui social

evoluti è al tuo fianco

Dai una svolta alla tua immagine digitale.

COSA STAI ASPETTANDO?

Contattaci per una consulenza gratuita

[]
1 Step 1

Richiedi Informazioni 

Cliccando "Invia" Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy.
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder